CRF250R

Introduzione

Una moto vincente, che segue le orme della CRF450R, la… “sorella maggiore”. La CRF250R é una delle grandi protagoniste del Supercross e del Mondiale Motocross. Beneficia direttamente della tecnologia e della componentistica della… sorellona, con un potente motore a 4 tempi rapido a salire di giri, e lo scarico con doppio terminale - unico nella categoria. Quest’anno la CRF250R è pronta a schierarsi al cancello forte di un peso ridotto (intorno ai 100Kg), un’erogazione addolcita, un nuovo e filante styling ed una maneggevolezza ancor migliorata.

L’impressionante vigore del propulsore con distribuzione Unicam è stato addolcito aumentando la coppia ai medio-bassi regimi e agevolando i cambi di marcia – ora meno faticosi. Il telaio è stato modificato per renderlo più efficace nei tratti veloci e nei salti. La taratura delle sospensioni è stata rivista, così come i settaggi interni dell’ammortizzatore di sterzo, per garantire un superbo controllo del mezzo e sfruttare una miglior trazione anche nei tracciati sabbiosi più impegnativi e sulle superfici più impervie.

Caratteristiche mozzafiato di equilibrio ed agilità e la caratteristica di uscire… a razzo dalle curve, rendono la CRF250R lo strumento adatto per conquistare la “pole position”. Ergo, se volete ambire ad un posto sul podio, potete contare sulla CRF250R per salirci!

Colori

Aggiornamenti Tecnici

Novità 2009
Le modifiche al propulsore (più leggero e compatto) includono una testata ridisegnata, più leggera e compatta, per aumentare la potenza - specialmente ai medio-bassi regimi.

Nuovo styling, più aggressivo e compatto per ridurre il peso ove possibile.

Nuova colorazione nera “limited edition” che include anche sella, cerchi, carter motore, paradisco e parafango anteriore. Nuove grafiche anche delle fiancatine laterali.

Le nuove protezioni dei freni a disco anteriore e posteriore hanno permesso una riduzione del peso di 17 grammi.

L’inedito design dei freni a disco, modificati, ha fatto risparmiare alla moto 65 grammi di peso.

Nuovi distanziali della ruota anteriore, passati da 25 a 28 mm di diametro per aumentare la rigidità dell’avantreno, una modifica che ha portato ad un risparmio di peso di 3 grammi.
Posteriormente, grazie alle pareti più sottili del perno, si sono “limati” ulteriori 38 grammi.

La nuova tecnologia costruttiva degli ingranaggi del cambio garantisce un inserimento più dolce delle marce, con una significativa riduzione dell’utilizzo della frizione. L’ingranaggio è ora formato da 3 denti di innesto, che si inseriscono all’interno di 4 innesti (invece che 3 sulla ruota libera). Questo inedito dispositivo minimizza l’attrito e facilita l’inserimento delle marce. La cambiata risulta quindi più agevole, specialmente in accelerazione.

Il diametro della forchetta del cambio è stato aumentato da 16 a 18.5 mm, per rendere ulteriormente più fluida la cambiata.
Il tamburo del cambio, la molla di ritorno e l’albero di trasmissione sono stati riprogettati per ottimizzare il passaggio della lubrificazione all’interno del tamburo, per un’accelerazione più fluida.

Il collettore di scarico è stato leggermente modificato nella parte frontale, per garantire maggior potenza.

L’assetto delle sospensioni è stato cambiato per incrementare la scorrevolezza e garantire un maggior controllo del mezzo.

La cartuccia interna della forcella è ora rivestita al molibdeno per ottenere una superficie più liscia, che riduce gli attriti.

Nuova taratura dell’ammortizzatore di sterzo che, unita al nuovo assetto delle sospensioni, incrementa la stabilità ed il controllo del mezzo. Inedito anche il fluido interno dell’ammortizzatore, per un funzionamento ancor più efficace.

Nuovo manubrio (lo stesso delle moto ufficiali) con manopole di nuova concezione che si distinguono per i cuscinetti allungati rastremati e le profonde scanalature antiscivolo; assicurano una presa più salda.
Motore/Trasmissione

Il potente motore 4 tempi 4 valvole Unicam 249cm³ raffreddato a liquido eroga una potenza ottimale a tutti i regimi.

L'innovativa distribuzione Unicam è caratterizzata da un'unità a camma singola leggera e compatta, e da una configurazione della camera di combustione che esalta l’efficienza del propulsore in tutta la curva d’erogazione.

La distribuzione Unicam, con singolo albero a camme carbocementato, attua direttamente le due valvole di aspirazione in titanio da 31 mm. Il lobo centrale dell’albero a camme comanda invece due valvole di scarico da 26mm mediante un bilanciere a forchetta con attriti ridotti.

Il leggerissimo e compatto decompressore interno, insieme alla levetta montata sul manubrio, garantisce messe in moto efficaci sia a motore freddo sia a caldo.

L’adozione di leggere valvole di aspirazione in titanio ha permesso di utilizzare molle più piccole, riducendo il peso complessivo del motore.

Contralbero di bilanciamento ed ingranaggi del cambio alleggeriti.

La frizione adotta molle più morbide per un’azione più fluida.

Carter frizione, carter alternatore e coperchio della testata in magnesio per ridurre il peso del propulsore.

Il pistone forgiato e le fasce elastiche sono più leggere del solito; garantiscono una risposta più reattiva del motore, che “sale” di giri più rapidamente, ed una buona tenuta del cilindro anche quando il rapporto di compressione di 13: 1 è così significativo da far raggiungere alla CRF una elevata potenza agli alti regimi.

Il leggero rivestimento in Nickel Carburo di Silicio (NiCaSil) del cilindro garantisce un funzionamento più silenzioso e regolare, che estende il ciclo vitale del motore.

Il carburatore Keihin FCR da 40mm presenta 4 rulli sulla valvola piatta, per una rapida accelerazione ad ogni piccola aperture del gas, con una pronta risposta ed un’eccellente guidabilità.

Il carburatore è equipaggiato con un sensore di posizione della manopola del gas (TPS), che aiuta a mantenere lineare la risposta del motore durante tutto l’arco di utilizzo.

La lubrificazione a doppia aspirazione separa l'afflusso dell'olio diretto ad albero motore, pistone e distribuzione da quello indirizzato verso frizione e cambio. Oltre a garantire una costante lubrificazione alla frizione, elimina la contaminazione dei materiali della trasmissione con l'olio motore, riducendo quindi la quantità di fluido in circolazione e le dimensioni della pompa.

Scarico con doppio silenziatore per centralizzare le masse e ridurre l’inerzia in curva, aumentando conseguentemente il feeling del pilota con la leggerezza della CRF250R.

I due terminali aumentano anche la coppia ai bassi regimi.

L’impianto di scarico sfrutta collettori in acciaio inossidabile e terminali in alluminio con cartuccia intercambiabile.

Bilanciere con ingranaggio condotto che contiene le vibrazioni, azionando nel contempo la pompa dell'acqua.

La frizione con 8 dischi fornisce un’ampia superficie per gestire al meglio l’elevata coppia del motore, mentre l’azionamento della leva, grazie a molle più piccole, risulta leggero e progressivo.

Robusto cambio a cinque marce con rapporti ravvicinati.


Telaio/Sospensioni

Nuovo telaio di IV generazione a doppia trave in alluminio, con piastra di sterzo in alluminio forgiato e sezione rastremata del tubo discendente, per una ottimizzata rigidezza del telaio. Le (alte) piastre del perno del forcellone e le sottili travi del telaio formano una sezione incrociata che migliora il comfort del pilota e la maneggevolezza complessiva.

Forcellone a due bracci rastremati, con ampia struttura incrociata in alluminio pressofuso.

Cerchio anteriore e posteriore con raggi in alluminio derivati dalle competizioni (HRC), per ridurre le masse alternate.

L’asse posteriore (diametro 25 mm), con cuscinetti di grande diametro, assicura rigidità e robustezza ottimali sui tracciati tortuosi.
Forcella rovesciata Showa con doppia camera da 47 mm, cartuccia interna con trattamento Kashima e nuovo settaggio. Escursione da 315 mm, regolabile nel ritorno (16 posizioni) e nella compressione.

Sospensione posteriore Pro-Link con monoammortizzatore Showa interamente regolabile; nuovo assetto, escursione da 314 mm, regolazione della compressione separata per le basse velocità (13 posizioni) e le alte velocità (3,5 giri), regolazione del ritorno in 17 posizioni.

Pistone dell'ammortizzatore posteriore da 50 mm di diametro, per prestazioni sempre ottimali anche nelle condizioni più difficili.

Pompa del freno anteriore “link type” con disco alleggerito, per una grande efficacia dell’impianto.

Pinza del freno anteriore con due pistoncini in alluminio anodizzato. Il disco anteriore alleggerito riduce le masse alternate, migliorando la maneggevolezza del mezzo.

Freno posteriore derivato dalle competizioni (HRC); integra la pompa secondaria ed il serbatoio del fluido, eliminando il classico serbatoio esterno ed il manicotto.

Freno a disco anteriore e posteriore da 240mm

Piastra forcella con offset di 22 mm, per facilitare l’ingresso e la percorrenza in curva.

L’assetto del “mono” posteriore è stato adeguato alle modifiche effettuate sulla forcella.


 
 
Ulteriori Caratteristiche

Leggero e compatto ammortizzatore progressivo di sterzo Honda (HPSD), sviluppato da Honda per garantire un miglior controllo in curva e ridurre lo sforzo del pilota durante la guida. L’HPSD è formato da un robusto ammortizzatore idraulico posizionato fra il cannotto di sterzo e la piastra inferiore di sterzo; consente una guida più aggressiva e migliora la stabilità in rettilineo. La progressività dell’ammortizzatore aumenta gradualmente man mano che si sterza, sposandosi così alle più naturali caratteristiche di guida.

Il nuovo design del telaio ha consentito la realizzazione di fiancatine laterali con prese d'aria e condotti d’aspirazione di maggiori dimensioni, per un maggior flusso d'aria al propulsore che rafforza i medi e gli alti regimi.

Sono state modificate l'altezza del manubrio, della sella e delle pedane poggiapiedi sì da poter ospitare le gambe del pilota nell’area più sottile della sezione incrociata del telaio, per un’ergonomia ed una manovrabilità superiori.

Pneumatico Dunlop 742FA (anteriore) e 756 (posteriore) per un miglior inserimento ed una eccellente trazione in uscita di curva.

Il nuovo disegno della protezione anteriore aiuta a proteggere dagli urti il disco e la pinza freno.

Telaietto sottosella amovibile per una facile manutenzione del mezzo.
Filtro dell'aria a schiuma in due elementi, completamente lavabile; protetto dagli urti, risulta facile da smontare e pulire.

Controlli comodi e resistenti; attacchi del manubrio di elevata qualità.

Cavo della frizione in acciaio inossidabile, per un ciclo vitale prolungato.

Pedale del freno posteriore a cuneo e leva del cambio pieghevole in alluminio – entrambi studiati per adattarsi perfettamente alla posizione di guida. Il pedale ha un rapporto ottimizzato per integrarsi con la pompa del freno posteriore.

Ampie pedane poggiapiedi antiruggine in acciaio inossidabile, che garantiscono un appoggio sicuro. Sono pieghevoli, per lasciare il massimo spazio da terra.

Nuove colorazioni e grafiche in stile Honda Racing.